I libri mal digeriti dai nostri “maturandi”

 

Nel corso degli esami di “maturità’” testé conclusi sono state scritte o pronunciate notevoli imprecisioni in campo letterario, storico, geografico, scientifico, ecc…
Qui di seguito ne elenchiamo alcune che abbiamo personalmente percepito:

la Tigre di Blake è una ‘story’;
il Ritratto di Dorian Gray è un ‘romance’;
i Morti di Joyce sono una ‘novel’;
Aspettando Godot di Beckett è un ‘poem’ (si vede che ad orecchie giovanili suona così).

Ovviamente i libri peggio assimilati sono i manuali delle varie discipline, per cui vengono restituite nozioni rivedute e scorrette del tipo:

– Oscar Wilde era un “estetista”
– Nel secondo conflitto mondiale l’Italia entra in guerra in maniera neutrale
– La fase genitale controlla le pulsazioni sessuali
– Strani fenomeni si verificano nella “tropposfera”
– Il problema di Svevo era l’eccesso di Zeno.

M.M.

***

 

 

CONDIVIDI