FRANCESCO RECAMI DELLE IMPROPRIETA’

Ci risiamo con Sellerio, che continua a sfornare libri gialli e blu come “Commedia nera n. 1” di Francesco Recami (n. 1056 della memoria, feb 2017, pp. 210), senza controllare il testo, che risulta zeppo di imprecisioni e improprietà.

A cominciare dall’aggettivo ‘famigliare’, inteso come relativo alla famiglia, che viene sempre tassativamente scritto ‘familiare’, che ha invece il senso di abituale, conosciuto.

Ma, procedendo con ordine, a pagina 44 e a pagina 160 un’asse da stiro viene considerata maschile, quindi senza apostrofo e con vari aggettivi ad essa collegata al maschile.

A pagina 48 un cenno è diventato un accenno. “Una gli rispose vagamente con un accenno, continuando a parlare”.

A pag. 54 a ‘consigliabile’ è stato preferito ‘auspicabile’, che però significa ‘augurabile’…

A pag. 110 doppia improprietà: “Di nuovo avvertì qualche piccolo malore. Provava un intermedio senso di vertigine.” Malessere e intermittente, magari!

A pag. 119 due scelte opinabili: “dalla distanza le avevano sparato tre colpi” , ma non sono su un campo di calcio o di basket: meglio ‘da distante’; e “L’attentatore era riuscito a sfuggire”, ma non alla cattura, quindi meglio ‘fuggire’.

A pag. 122 “un fondo” risulta essere un alloggetto.

Alle pp. 129 e 131 certi polli sarebbero stati ‘omaggiati’, cioè offerti, regalati, ma a noi sembra piuttosto che qualcuno li abbia onorati.

A pag. 132 i due suddetti pollastri sarebbero dotati di “pelli irsute”, cioè con peli folti e ispidi; villosi?!

A pag. 146 si legge: “Doveva essere stata un’esperienza veramente probante per il marito”, col significato di ‘convincente’?! Purtroppo però l’Autore intendeva che il marito risultava ‘provato’.

A pag. 153 Recami, toscano del ’56, usa ‘rinscemeniti’: ma esiste, dalla Crusca in giù?

A pag. 178 egli usa ‘concierge’ per indicare il luogo, che più correttamente è la ‘conciergerie’.

Ma la svista più eclatante l’Autore la prende a pagina 126, dove più volte definisce Beep-Beep, il famosissimo antagonista del coyote dei cartoni animati, come ‘lo struzzo’ (?!?)Trattasi invece di corridore della strada, roadrunner, geococcyx californianus, volatile poco volante delle zone semidesertiche di USA e Messico, alla faccia di Trump!

Che figure barbine ‘sti toscani e ‘sti siculi!

M.M.

***

 

 

CONDIVIDI