I “Poesismi Cosmoteandrici” di Donato Di Poce
commentati da Paolo Bianchi

Donato Di Poce, fratello nella forma breve, è penna pura e candida, di quelle che è impossibile classificare, scegliendo tra aforisma e poesia. Non c’è possibilità di definire, poiché nell’attimo che Di Poce dona non vi è tempo né modo di distinguere tra concetto e sensazione, tra senso logico e sussulto: è un tutt’uno, è solo questo, solo ciò che di più conta.

È infatti scritto nel suo Poesismi Cosmoteandrici (I Quaderni del Bardo Edizioni): “La poesia è un silenzio che danza / Nel cuore dei poeti”: tutto troppo breve, troppo intimo e silenzioso da poter essere analizzato scientificamente, tutto troppo meravigliosamente vero per poter essere spiattellato in parole diverse da quelle dell’autore stesso. Con quel “Non esistono viaggi da raggiungere / Ma solo viaggi da condividere” tiene strette le due opposte facce della vera medaglia: da un lato la cupa mancanza di un fine, in cui la nostra epoca è drammaticamente immersa, d’altro lato quella voglia di vivere, convivere e condividere anche se la meta non appare: poiché, come insegnò in tempi antichissimi il principe di tutti i poeti, e ci ricordò più di recente Kavafis: la vera meta non è mai stata Itaca, anzi, forse tutto è meta fuorché Itaca, paradossalmente.

E a proposito di paradossi, Donato nota che “Ci si nasconde per essere trovati!” e dedica all’imprescindibile Cioran uno dei suoi tanti quasi-haiku (non per rigore metrico, ma per la leggera, sospesa visione che ci offre): “Un giorno mi sono seduto / Ai confini di un paradosso / E ho guardato oltre…”.

L‘oltre: è forse questa la sola precisa quanto vaga meta verso cui Donato si offre di poterci accompagnare: senza mai afferrarci il braccio, senza mai stringerci volgarmente e con forza la mano o il polso, ma offrendoci il braccio, per sostenerci nel viaggio di un istante e senza destinazione, con una signorilità sempre più rara, che fa sentire questo poesista per quello che veramente e profondamente è: un’anima amica.

Paolo Bianchi
Maggio 2018

***

 

CONDIVIDI