EINAUDI NON SA PIU’ FARE I LIBRI?

…..Due anni fa Francesca Mannocchi pubblicò il terribile romanzo sugli schiavisti libici e le loro vittime, “Io Khaled vendo uomini e sono innocente” (Einaudi Stile Libero EXTRA, pp. 204), facendo magari successo, ma dando modo all’Editore di fare brutta figura, oltre ai propri errori marchiani.

…..L’Indice c’è, ma sarebbe meglio non ci fosse: le pagine d’inizio capitolo sono quasi tutte sbagliate (il capitolo inizia col titolo, visto che gli viene dato un respiro di tre pagine bianche, non due pagine dopo!) e scandalosamente quello dal titolo ‘Ma l’immagine è dentro di loro’, che si legge normalmente tra pag. 117/119 e pag. 133, è stato dimenticato!

– A pagina 22 manca forse la parola ‘viva’: “Che al-Fatah per sempre.”

– A pag. 26 manca ‘che’: “A me non importa perché tu faccia quello fai.”

– A pag. 77 “Quello che lui chiama moglie devota”: o ‘Quella’ o ‘Ciò’.

– A pag. 78 nozioni fisiologiche à la Mazzantini:(…) la fantasia è un muscolo che (…) rischia di slogarsi per sempre al primo passo falso.” (?!)

– A pag. 97 un mazzetto di dinari puliti puliti”. Sarà stata piuttosto una mazzetta.

– A pag. 98 sintassi da invertire: “E le parole a metà che ascoltavo di nascosto delle tue telefonate”. ‘delle tue telefonate che ascoltavo di nascosto’.

…..Tra pag. 6 e pag. 98 un grosso equivoco dell’Autrice: il padre di Khaled era solito nascondere delle banconote arrotolate sotto il pavimento della camera da letto dei bambini; “e noi gli chiedevamo – Papà, perché lo fai? – E lui non rispondeva.” Però, quasi cento pagine dopo: “E poi venivi a nascondere i soldi nel pavimento (…) e blateravi qualcosa sul futuro e il denaro e i segreti.” (?!)

– A pag. 106 un refuso: “non ho più più fiato.”

– A pag. 119 elenco da penna rossa/blu: “sei solo: senza spari. Senza risate, senza maledire i compagni, e senza le grida di rabbia e di dolore.” … Al posto dell’infinito incongruo: ‘senza i compagni da maledire’.

– A pag. 132: “valli a recuperare e portarli a Garabulli”.

– A pag. 141: ‘le taniche d’acque.

– A pag. 160: un squalo’.

– A pag. 163 un ‘non’ di troppo: “Io non mordo più di quello che non posso masticare”.

…..Morale: chi è il maggiore colpevole dell’operazione, visto che Khaled si proclama innocente fin dal titolo?

…..M. M.

***

 

CONDIVIDI