SELLERIO NON CONTROLLA RECAMI

Ancora una volta siamo costretti a prendere e dare atto del pressappochismo di Sellerio nel licenziare i libri del mal sorvegliato Francesco Recami: nel suo recentissimo “L’atroce delitto di via Lurcini” (La memoria n. 1139, giugno 2019, pp. 190), questi incappa in una serie di sfondoni che meritano dettagliata disamina.

A pagina 14 descrizione carente: “… un’area rialzata, praticamente il doppio dei normali spazi di 3 x 3 m delimitati dal nastro bianco e rosso.” Dunque i normali spazi quadrati sono di 9 metri quadrati ciascuno, ma allora l’area rialzata sarà di 18 e cioè 6 x 3 o 3 x 6 (non certo 6 x 6 = 36) oppure, se dovesse essere anch’essa quadrata, 4,25 x 4,25?

A pagina 22 troviamo una reminiscenza orwelliana dall’incipit di “1984”: una sveglia meccanica d’altri tempi, rumorosissima, che segna le tredici e trentasette?!

Tra pag. 42 e pag. 47 duemila rupie indiane si trasformano in duecento euro per pagare una parrucca rossa rubata, ma al cambio attuale sarebbero solo 26 euro! (non sappiamo nell’autunno 2016, quando è ambientata questa Commedia nera n. 3).

Alle pp. 61/62 la Stazione di Santa Maria Novella viene definita ‘Stazione Centrale’, come a Milano.

A pag. 64 “I balcanici, che per contratto erano cinque, erano diventati undici.”, ma poi, a pag. 79: “Stavano rientrando i balcanici, tutti e dodici”. (?)

A pag. 15 il personaggio sedicente Prete “senza neanche cambiarsi, fece i bagagli. Raccolse i suoi averi, due borse consumate, e in fretta e furia se ne partì.” Per non tornare che a pag.123: “Era il Prete, che non si era visto da un po’. Con lui non si poteva mai sapere, si assentava per settimane, talvolta anche per mesi”. Ma allora come faceva a essere presente a pag. 98 e intervenire per sedare una rissa tra barboni?

A pag. 142 Recami e Sellerio dimostrano di non masticare il francese e scrivono “phisique du role” senza y dopo il ph e senza accento circonflesso sulla o.

A pag. 141 nel ‘libretto’ dello spettacolo di clochards e ballerine un segmento s’intitola LA LOTTA COLLETTIVA, ma a pag. 155 e seguenti lo stesso diventa LA LOTTA INTESTINA. (?)

M. M.

***

 

CONDIVIDI